Cardotek e Ivermectina: Uso e Sensibilità Genetica nei Cani

 

Se sei un amante dei cani, potresti essere interessato a conoscere Cardotek e Cardotek Plus, un farmaco veterinario ampiamente utilizzato per trattare le patologie parassitarie nei cani. In questo articolo, ti forniremo una breve panoramica del farmaco e su come funziona nel trattamento per la cardiofilariosi.

Inizio con una breve presentazione: sono il Dott. Giorgio Rao, farmacista specializzato in farmaci veterinari alla Rao Farmaceutici. Mi sono laureato in Farmacia e ho fatto della mia passione per gli animali il mio lavoro.

In questo blog rispondo alle tantissime domande che i miei clienti mi fanno ogni giorno su come prendersi cura al meglio dei loro compagni di giochi e in particolare parleremo del farmaco prodotto dall' Azienda Farmaceutica Boehringer.

Cardotek rappresenta una soluzione efficace e affidabile nella prevenzione della dirofilariosi, una delle più gravi minacce alla salute dei cani causata dal verme del cuore Dirofilaria immitis. Oltre alla dirofilariosi, Cardotek si rivela utile contro una serie di parassiti interni ed esterni, offrendo una protezione ampia e versatile. Al centro di questa efficacia terapeutica si trova il principio attivo ivermectina, un composto antiparassitario che appartiene alla famiglia degli avermectinici.

Dettaglio sull'Ivermectina

L'ivermectina, da quando è stata introdotta negli anni '80, ha trasformato la gestione delle infestazioni parassitarie in animali e umani. Funziona paralizzando e uccidendo i parassiti interferendo con il loro sistema nervoso.

Ciò è possibile grazie alla capacità dell'ivermectina di legarsi ai canali del cloro nei nervi e nelle cellule muscolari dei parassiti, aumentandone la permeabilità e causando una paralisi muscolare che porta alla morte del parassita.

Questa azione selettiva è efficace contro una vasta gamma di parassiti, rendendo l'ivermectina una scelta prevalente per il trattamento antiparassitario.

Sicurezza e Sensibilità

Nonostante l'efficacia e la sicurezza dell'ivermectina nella maggior parte dei cani, il suo uso in alcune razze specifiche può essere problematico a causa di una mutazione genetica che influisce sulla barriera emato-encefalica.

Questa mutazione nel gene MDR1 (multidrug resistance protein 1) causa una diminuzione della capacità di escludere sostanze come l'ivermectina dal cervello, aumentando il rischio di tossicità.

Razze a Rischio

Le razze di cani particolarmente a rischio includono, ma non sono limitate a:

  • Collie
  • Pastore Australiano
  • Shetland Sheepdog (Sheltie)
  • Pastore Inglese
  • Silken Windhound
  • Terrier Bianco Scozzese

In questi cani, anche piccole dosi di ivermectina possono superare la barriera emato-encefalica, causando sintomi di tossicità che vanno dalla letargia e atassia a convulsioni gravi e potenzialmente fatali.

Pertanto, è cruciale che i proprietari di queste razze consultino un veterinario prima di somministrare qualsiasi farmaco contenente ivermectina.

Gestione e Precauzioni

Per i cani appartenenti a razze sensibili o quelli che presentano la mutazione MDR1, i veterinari possono raccomandare alternative all'ivermectina per la prevenzione della dirofilariosi e il trattamento di altre infestazioni parassitarie. Fortunatamente, il progresso nella ricerca veterinaria ha reso disponibili diverse opzioni di trattamento sicure ed efficaci per questi cani.

L'avanzamento della genetica veterinaria offre ora la possibilità di testare i cani per la mutazione MDR1, consentendo una personalizzazione del regime di trattamento basata sul profilo genetico individuale.

Questo approccio mirato non solo migliora la sicurezza del trattamento ma anche consente ai proprietari di prendere decisioni informate riguardo alla salute dei loro animali.

Nonostante l'importanza dell'ivermectina nella lotta contro le infestazioni parassitarie, la gestione della sensibilità genetica sottolinea l'importanza di un approccio informato e personalizzato nel trattamento antiparassitario, garantendo la salute e il benessere di ogni cane.

Cardotek e Cardotek Plus: le differenze

Cardotek rappresenta una soluzione di primo piano per la prevenzione della dirofilariosi nei cani, con prodotti specifici che offrono anche protezione contro altri parassiti.

Cardotek Normale

Principio Attivo:

Il Cardotek normale utilizza l'ivermectina come principio attivo, efficace per la prevenzione della dirofilariosi causata da Dirofilaria immitis.

Formati Disponibili:

Disponibile in compresse masticabili per facilitare la somministrazione mensile, rendendole appetibili per i cani.

Cardotek Plus

Principi Attivi:

  • Ivermectina: Agisce contro le larve del verme del cuore.
  • Pirantel Pamoato: Efficace contro ascaridi e anchilostomi.
  • Praziquantel: Target specifico per le tenie.

Formati Disponibili:

Cardotek Plus è offerto in compresse masticabili, concepite per includere i principi attivi aggiuntivi per un trattamento "tutto-in-uno".

La scelta tra Cardotek e Cardotek Plus dovrebbe basarsi sulle necessità specifiche del cane e sul parere del veterinario, per assicurare la protezione più adeguata contro la dirofilariosi e altri parassiti.

Ti invito a condividere questo articolo con altri proprietari di cani, in modo da diffondere la consapevolezza sull'importanza di una protezione efficace contro le infestazioni parassitarie.

Alla prossima!

Dott. Giorgio Rao

In Italia, questo prodotto non è acquistabile online. Pertanto, la presente pagina ha esclusivamente scopo informativo e non rappresenta una piattaforma di vendita del prodotto in questione.

Hai bisogno del Cardotek?

📲 Clicca qui per contattarmi su WhatsApp!

 
Pubblicato in: Cani
Prodotto aggiunto ai preferiti